The CH Series V: JEWISH GHETTO OF ROME

ghetto-roma-mel-rose-place-012

ghetto-roma-mel-rose-place-011

ghetto-roma-mel-rose-place-013

ghetto-roma-mel-rose-place-020

ghetto-roma-mel-rose-place-015

ghetto-roma-mel-rose-place-016

ghetto-roma-mel-rose-place-018

ghetto-roma-mel-rose-place-002

ghetto-roma-mel-rose-place-001

ghetto-roma-mel-rose-place-008

ghetto-roma-mel-rose-place-007

ghetto-roma-mel-rose-place-006

Oggi Cultura Hipster ci accompagna a uno dei quartieri con più storia di Roma; il ghetto ebraico. Considerato uno dei ghetti più antichi del mondo, fu anche l’ultimo d’Europa che rimaneva in modo legale in 1870, quando fu abolito da Vittorio Emanuele II. Passeggiare tra le sue vie è percorrere l’intensa storia giudea in Europa; come la Via Catalana, che ricorda l’arrivo dei giudei catalani dopo essere stati espulsi dalla Spagna in 1942, o la Via della Lungara, dove durante l’occupazione nazista furono concentrate più di mille persone prima di essere portate ad Auschwitz e delle quali sono tornate soltanto 17. Possiamo ancora trovare tra gli abitanti del ghetto qualche testimone di quel tragico episodio che racconta delle storie terribili. Comunque, oggi il quartiere è una miscela di culture integrato nella Roma cosmopolita, famoso soprattutto per i suoi bar e ristoranti oltre che per la spettacolare sinagoga.

Nelle foto potete vedere anche uno dei quasi 2500 nasoni che ci sono a Roma, fontanelle che distribuiscono acqua potabile freschissima (fredda perfino ad agosto!) che corre senza sosta. Non bisogna dire che sono la massima fan dei nasoni; oltre ai monumenti, credo siano la cosa che mi piace di più della città.

Scopri più foto e curiosità in Cultura Hipster.

Camicia: Vintage // Shorts: Zara // Sandali: Zara // Borsa: Vintage

Il you like it, like it! :)

Share This Story

Beauté

You May Also Like

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>